Mutuo – Come Trovare Quello Giusto per Te

mutuo definizione

Un contratto attraverso il quale una delle due parti, detta mutuante, consegna all’altra parte, che è detta mutuataria, in credito o prestito una somma di denaro che l’altra si impegna, attraverso degli obblighi ben precisi, a restituire alla scadenza con gli interessi nella misura pattuita.

E’ questa la Definizione Mutuo, ovverosia quella relativa alla formula di finanziamento più utilizzata nel settore immobiliare per l’acquisto e per la ristrutturazione di immobili. Ma detto questo, come trovare sul mercato il mutuo giusto?

Mutuo: Come Trovare Quello Giusto, Dalla Durata All’Importo della Rata

Ebbene, nella ricerca e nella scelta del mutuo giusto le variabili in gioco sono tante e partono sempre dall’ammontare della liquidità in possesso per coprire una quota dell’acquisto dell’immobile.

E questo perché al giorno d’oggi le banche concedono mutui per un importo che di norma non supera l’80% del valore dell’immobile come da perizia effettuata da parte di un esperto qualificato.

Detto questo, il miglior mutuo è di certo quello con il Taeg più basso, a parità di tutte le altre condizioni, ma resta da scegliere la durata che poi incide sull’importo mensile della rata da pagare.

In particolare, se il mutuo è a 10-15 anni allora la rata mensile da pagare è di norma elevata ma rispetto ai mutui a lungo termine il finanziamento è meno costoso in quanto è più bassa la spesa per interessi.

Di contro il mutuo a 20-30 anni è più costoso, in termini di spesa per interessi, ma nello stesso tempo quasi sempre l’importo mensile della rata da pagare si presenta basso o comunque decisamente più sostenibile nel tempo.

Come Trovare Quello Giusto, Dalla Flessibilità Alle Coperture Assicurative

Nella scelta del mutuo migliore è importante anche valutare la stipula di finanziamenti immobiliari che offrano opzioni di flessibilità che spaziano dalla possibilità di saltare il pagamento di qualche rata, alla possibilità di allungare il piano di rimborso, e passando per la modifica dell’importo della rata mensile da pagare.

In questo modo, stipulando un mutuo flessibile, il contraente esercitando una o più opzioni tra quelle citate può far fronte a temporanee situazioni di difficoltà.

Oltre alla polizza incendio e scoppio dell’immobile, che è obbligatoria nella stipula di un mutuo per l’acquisto della casa, nella scelta del prodotto migliore occorre anche valutare la sottoscrizione di una copertura assicurativa facoltativa a protezione del credito erogato dalla banca o dalla società finanziaria.

Trattasi della cosiddetta assicurazione CPI, Creditor Protection Insurance, che si attiva nel pagamento delle rate, o nel rimborso del credito residuo, in caso di imprevisti e di eventi negativi di natura temporanea o definitiva come la perdita del posto di lavoro, l’inabilità temporanea, la malattia grave, l’invalidità permanente o la premorienza.

La copertura assicurativa CPI da associare al mutuo può essere stipulata presso la stessa banca che eroga un mutuo, oppure è possibile stipulare la polizza con una compagnia di assicurazione diversa rispetto a quelle proposte dall’istituto di credito.

La polizza, come sopra accennato, si attiva in caso di imprevisti e comunque in base ai limiti di indennizzo previsti ed indicati sul contratto.